30 giugno 2015

Restituiti in “anticipo” a Brera i suoi 60.000 mq di tetto

Restituiti in “anticipo” a Brera i suoi 60.000 mq di tetto,
le sue 113 falde percorse da un sistema di passerelle in ferro,
i suoi: 87 lucernai, 19 abbaini e 74 camini

30 Giugno 2015. Dopo “soltanto” 14 mesi di lavori, con tre mesi di anticipo il cantiere, aperto a novembre del 2014, si chiude e le sale della Pinacoteca e della Biblioteca Braidense hanno un manto nuovo a protezione dell’immenso patrimonio culturale ospitato in queste sedi prestigiose. (falde su cortile della magnolia, manica orto, veduta sulla città, veduta sul cortile dell’accademia)

Il percorso della rapidità e trasparenza
Maggio 2015: installazione delle nuove passerelle di ispezione che consentono di percorrere le falde più importanti assicurando la manutenzione e la ispezione del manto. Le più interessanti “scavalcano” la falda 26 con le quattro sale napoleoniche regalando una fantastica vista sulla città nuova (skyline dell’area di Porta Nuova e del Portello) e sulla città vecchia (Duomo, Castello Sforzesco, galleria Vittorio Emanuele..). Intanto si smontano le due grandi gru che occupavano il cortile e la piazzetta Brera…(foto passerella napoleoniche, napoleoniche particolare)

Marzo/aprile 2015: lavori di smantellamento dell’ex gruppo frigorifero che, ormai in disuso dal 2005, costituisce un ingombrante groviglio di tubi e di macchinari che occupano la falda 15.
Si procede alla rimozione di tutte le tubazioni e al trasporto con la gru di tutte le strutture dei grandi macchinari.(foto: gruppo frigo, gruppo frigo prima, gruppo frigo 2014, ex gruppo frigo recuperato, ex gruppo frigo)

Febbraio 2015: Ultimati i lavori di tutti i lucernari che illuminano le sale della Pinacoteca e quelli innovativi del laboratorio fotografico che, attraverso, bris-soleil elettrici garantiscono il comfort climatico degli spazi del laboratorio. (foto nuovi lucernari, napoleoniche,)

Marzo 2015:
inizio lavori sulla manica di via Brera, con la sostituzione dei grandi lucernari. Le operazioni complicatissime saranno effettuate grazie al montaggio di strutture a sbalzo in quota per evitare la costruzione di ponteggi sulla facciata principale dell’edificio in un momento di grande importanza per la città di Milano con Expo2015 alle porte.

Novembre 2014: Inizio delle opere complementari per il restauro conservativo della lunga facciata (120 m lineari) in stato di avanzato degrado. Il progetto di recupero riqualificherà il percorso verso l’Orto Botanico, restituendo dignità architettonica alla manica che ospita l’Accademia Braidense e l’Osservatorio Astronomico.
Andranno recuperati 90 infissi in legno, ripristinati gli intonaci, restaurati i portali in ferro e vetro del piano terra e tutti quelli dell’adiacente cortile della Pesa. (foto cortile della pesa e strettone, strettone2)

 

Download

MAPPA DEL SITO

Caserme Magenta e Carroccio

Links e download

Contatti

Canale YouTube

Privacy Policy
Web Design: VIVA! | Logo design: Leo Guerra